Skip to content

“PUNTARE SULLA MOTIVAZIONE E SULL’ENTUSIASMO DEI DIVERSI MEMBRI.” QUESTO, SECONDO IL COMM. JEAN-CHRISTOPHE PALTHEY, DELEGATO PER LA SVIZZERA, È IL PUNTO DI PARTENZA PER SVOLGERE AL MEGLIO IL COMPITO AFFIDATO DALLA STORIA AGLI ORDINI DINASTICI DI CASA SAVOIA.

GINEVRA – La Delegazione per la Svizzera ha il grande onore di ospitare oggi sul proprio territorio S.A.R. il Principe Vittorio Emanuele e la Sua Famiglia: un privilegio di cui il Comm. Jean-Christophe Palthey è ben consapevole, potendo contare sulla presenza dei Reali Principi a diverse delle iniziative organizzate.

Un’importante peculiarità che la Delegazione Svizzera sa onorare con grande attenzione, come testimonia il pellegrinaggio organizzato negli scorsi mesi dalla Delegazione per raggiungere l’Ospizio del Gran San Bernardo. Dopo l’8 Settembre 1943, infatti, S.A.R. il Principe Vittorio Emanuele, attraversò con la Madre, S.M. la Regina Maria José (all’epoca Principessa di Piemonte), il Colle del Gran San Bernardo per rifugiarsi in Svizzera. Proprio sui Loro passi, è stato voluto questo pellegrinaggio, per vivificare e trasformare in energia positiva il ricordo di quel drammatico evento.

condividi

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su whatsapp