Skip to content

COME OGNI ANNO PRESSO LA REALE ABBAZIA DI ALTACOMBA SI E’ TENUTA LA SANTA MESSA IN SUFFRAGIO DELLE LL.MM. RE UMBERTO II E LA REGINA MARIA JOSÉ, UNA CERIMONIA TRA LE PIÚ SENTITE E PARTECIPATE NEL SEGNO DI CASA SAVOIA CHE RIUNISCE DAME E CAVALIERI DA TUTTO IL MONDO

SAVOIA (FRANCIA) – Organizzata dalla Gran Cancelleria, presso la Reale Abbazia di Altacomba, il 17 Marzo è stata celebrata la Santa Messa in suffragio delle LL.MM. il Re Umberto II e la Regina Maria José, una delle cerimonie più sentite e partecipate per gli appartenenti agli Ordini Dinastici della Real Casa di Savoia. Sono infatti trascorsi 35 anni da quando S.M. il Re Umberto II, il 18 Marzo 1983, spirava presso l’Ospedale Cantonale di Ginevra con la parola “Italia” sulle labbra.

Il Sacro Rito è stato officiato dall’Arcivescovo di Chambery, Moriana e Tarantasia S.E.R. Mons. Philippe Ballot, alla presenza delle LL.AA.RR. il Principe Vittorio Emanuele, la Principessa Marina, il Principe Emanuele Filiberto e di S.E. il Gran Cancelliere Cav. Ord. Supr. SS. Ann. Johannes Theo Niederhauser.

La cerimonia, promossa per le cure dell’Ufficio del Cerimoniale ed in particolare del Gr. Uff. Avv. Gualtiero Ventura, ha visto un’ampia partecipazione di Autorità, Dame e Cavalieri, Guardie d’Onore, fedeli monarchici appartenenti a vari sodalizi e simpatizzanti. Era inoltre presente un nucleo di Carabinieri in uniforme storica.

L’Omelia dell’Arcivescovo si è focalizzata sui temi di conversione e di penitenza tipici della Quaresima, con lo sguardo rivolto alla gioia della Risurrezione, esortando alla necessità di aprire i cuori.

Alla Santa Messa erano presenti anche il Sindaco di St. Pierre De Curtille e diverse associazioni combattentistiche e d’arma tra cui la Federazione Nazionale dell’Istituto del Nastro Azzurro tra Combattenti e Decorati al Valor Militare e l’Istituto Nazionale per la Guardia d’Onore alle Reali Tombe del Pantheon.

Erano inoltre presenti vari sodalizi di matrice monarchica e culturale tra cui il Gruppo Savoia, Italia Reale, i Compagnon de Savoie, Académie de Savoie, Académie de Florimontane e Amies du Vieux Chambery.

Conclusa la celebrazione, i presenti hanno potuto sostare all’interno della Grange Batelière, ai piedi dell’Abbazia, dove il saluto alle LL.AA.RR è stato allietato dai canti della Corale Arquatese che ha animato la celebrazione eucaristica: un’idea molto apprezzata e gentilmente offerta dal Vicariato di Pavia degli Ordini Dinastici della Real Casa di Savoia.

A conclusione della giornata si è tenuto un rinfresco organizzato grazie all’impegno della Delegazione della Savoia: un momento conviviale e che ha premesso a tutti i convenuti di gustare i prodotti tipici della regione, organizzato dalla cantina “Cave Lambert “, azienda decisamente attenta alla storia del territorio e che ha saputo riprendere e vinificare, rendendoli oggi molto stimati e attuali, diversi vini presenti nella tradizione di Corte di Casa Savoia.

Quale concreto segno di ringraziamento e pegno di immutata vicinanza della Famiglia Reale all’Abbazia, gli Ordini Dinastici della Real Casa di Savoia hanno effettuato una donazione alla Comunità Chemin Neuf, destinata alle spese di rifacimento del tetto del complesso abbaziale.

condividi

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su whatsapp