Skip to content

CELEBRAZIONE IN SUFFRAGIO DEI DEFUNTI DI CASA SAVOIA E COLAZIONE BENEFICA A RAVENNA

Domenica 2 dicembre 2023, a Ravenna, si è tenuta una giornata di incontro fra Dame e Cavalieri degli Ordini Dinastici della Real Casa di Savoia, organizzata dal Vicario per Ravenna – Ferrara Gr. Uff. Avv. Claudio Angeli, d’intesa con il  Delegato per la Regione Emilia-Romagna Cav. Gr. Cr. Gen. C.A. Antonio De Vita. L’evento ha avuto inizio nella Sala Maggiore della “Casa Matha” dove si è tenuta una conferenza sul tema “Vittorio Amedeo II, primo Re di Sardegna”. La conferenza ha illustrato le vicende storiche che hanno portato alla assunzione da parte di Vittorio Amedeo II del titolo di Re di Sicilia prima e di Sardegna poi.

L’introduzione è stata completata con la proiezione delle “Armi dei  Capi di Casa Savoia” e alla descrizione degli stemmi comitali, ducali  e,  infine, Reali di Sicilia e di Sardegna.
Nella seconda parte, sono state trattate le vicende storiche che videro l’impegno del Duca Vittorio Amedeo II nella guerra di successione spagnola e, in particolare, dei Suoi rapporti con il Re di Francia Luigi XVI fino all’assunzione del titolo di Re di Sicilia.

La conferenza è stata aperta anche alla cittadinanza ravennate riscontrando un rilevante successo.

Nel prosieguo, i presenti si sono trasferiti alla Chiesa di San Rocco dove è stata celebrata la Cerimonia religiosa officiata dal titolare della Parrocchia.

La funzione eucaristica è stata preceduta dal Corteo introitale. Il Delegato per l’Emilia Romagna, prima della lettura della Preghiera del Cavaliere, ha rivolto un saluto finale ricordando nuovamente le virtù delle Dame e dei Cavalieri da osservare con coerente comportamento giornaliero nella vita personale e professionale.

Al termine della funzione religiosa si è tenuta una colazione benefica durante la quale sono stati consegnati alcuni diplomi rimessi a Ginevra in occasione dell’ultimo Capitolo Generale, con le relative insegne, mentre le offerte raccolte sono state in parte devolute al Parroco officiante, da destinare alla mensa dei poveri della Parrocchia per l’esigenza dei pasti giornalieri, e in  parte ad un progetto della Gran Cancelleria.

condividi

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su whatsapp