Skip to content

L’IDEA – NATA NEL 2012 DALLA DELEGAZIONE DELLE GUARDIE D’ONORE E DAGLI ORDINI DINASTICI DI CASA SAVOIA – PORTA IN FRIULI IL PRINCIPE EMANUELE FILIBERTO CON IL GRAN CANCELLIERE JOHANNES THEO NIEDERHAUSER, CAVALIERE DELLA SS.MA ANNUNZIATA.

GORIZIA – “Alpi senza Confini” – il meeting internazionale italo-austriaco, sviluppato in collaborazione con la Croce Rossa, i Cappellani militari italo-austriaci, l’Istituto Nazionale alle Reali Tombe del Pantheon, vuole commemorare i defunti della Grande Guerra e l’impegno della Croce Rossa e dei Cappellani Militari.

Ad illustrare il programma, oggi, nella sede della Provincia di Udine – presente il Presidente Pietro Fontanini, patrocinatore dell’iniziativa – sono stati l’ideatore dell’evento, Pio Serafini e Alessandro Berghinz, cugino della Medaglia d’Oro al Valor militare Giovanni Battista Berghinz, l’eroe della II Guerra mondiale a cui sono dedicati la Caserma “Berghinz” a Udine e un cippo a Trieste.

“Il Friuli – ha affermato Berghinz, referente della delegazione per il FVG dell’Istituto Nazionale alle Reali Tombe – è onorato di ospitare una commemorazione che vede riunite tutte le sigle principali, italo-austriache, fra cui la Croce rossa italiana e austriaca, Corpo Militare Volontario della C.R.I. e Infermiere volontarie, Forze Armate, il Corpo di soccorso dell’Ordine di Malta, Ordini Equestri, le Associazioni d’arma e combattentistiche, l’Associazione Nazionale Alpini, l’associazione Mitteleuropa, oltre ai rappresentanti degli Enti locali, fra cui i sindaci di Trivignano Udinese, Aquileia, Cividale, Gorizia, Lendinara”.

Al lancio dell’evento hanno preso la parola anche il responsabile LIDU di Udine (Lega italiana Diritti Uomo), Antonello Quattrocchi, la presidente del Club Unesco, Renata Capria D’Aronco, e i primi cittadini di Trivignano Udinese, Roberto Fedele e di Cividale del Friuli Stefano Balloch. A sottolineare la rilevanza di questo tour in Friuli anche il Presidente di Palazzo Belgrado, Pietro Fontanini, rimarcando l’appuntamento fondamentale con la memoria storica da divulgare.

Sabato 8 aprile alla presenza di S.A.R. il Principe di Venezia Emanuele Filiberto e del Gran Cancelliere Johannes Niederhauser si è inziata in Gorizia la cerimonia al Parco della Rimembranza con gli onori alla bandiera.

A seguire, all’interno del Castello, si sono susseguiti, con vari interventi, S.A.R., il Consiglio Regionale dr. Paride Carnelutti, il Vice Sindaco di Gorizia, Crocerossine e Cappellano Militare del Pozzuolo Cavalleria e altri delegati presenti.

Il giorno seguente, 9 giugno, a Trivignano Udine presso l’antico confine Italo-Austriaco è stato inaugurato un monumento a ricordo dei soldati italiani e dell’Impero Austro Ungarico.

Diversi gli ospiti presenti, tra cui membri dell’Ordine di Malta, Ordine Costantiniano, Sindaci di diversi comuni della zona e il Vice Questore e Vice Prefetto di Gorizia.

Fonte: udinetoday.it

condividi

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su whatsapp