Skip to content

LA DELEGAZIONE CAMPANIA SI INCONTRA

La Delegazione della Campania degli Ordini Dinastici della Real Casa di Savoia, affidata al Comm. O.SS.M.L. Nob. Avv.  Gerardo Mariano Rocco dei Principi di Torrepadula, si è riunita nella Basilica Reale e Pontificia di San Francesco di Paola per una Santa Messa, in occasione della quale sono stati consegnati agli insigniti e ai promovendi in seno alle Milizie Cavalleresche Sabaude i diplomi, con le relative insegne, rimessi a Ginevra nel corso dell’anno 2020 e non ritirati a causa della sospensione del Capitolo Generale.

Numerosi gli insigniti del 2020, tra i quali spiccano rappresentanti della più antica aristocrazia napoletana, come don Pierlugi Sanfelice dei Duchi di Bagnoli, nominato Grande Ufficiale dell’Ordine dei Santi Maurizio e Lazzaro; il Comandante Gennaro Arma che, al comando della nave da crociera Diamond Princess, ha eroicamente gestito l’emergenza pandemica appena scoppiata e la quarantena imposta ai 3.700 passeggeri, ha ricevuto la Medaglia d’Oro dell’Ordine dei Santi Maurizio e Lazzaro.

Sono stati altresì insigniti coloro che durante la pandemia si sono sforzati di portare il proprio contributo benefico sotto l’egida di Casa Savoia, come il Rev. mo Mons. Luigi Castiello che ha realizzato presso l’Ospedale del Mare le iniziative “Armadio dei Pigiami” e “Casa Mafalda” per l’assistenza ai familiari degli ammalati di Covid-19.

Tra gli altri insigniti, ricordiamo il 19° Reggimento Cavalleggeri “Guide”, spesso impiegato all’estero per missioni di peace-keeping, il Parroco della Basilica di S. Francesco di Paola Fra Mario Savarese O. M, Fra Mokhless Massri Habib Rafael, Parroco della Basilica di S. Caterina d’Alessandria in Egitto dove per 70 anni sono state custodite le spoglie di S.M. il Re Vittorio Emanuele III, il Direttore del Sacrario Militare di El Alamein Luogotenente Cosimo D’Amico.

Nell’occasione, il Capo della Real Casa di Savoia, S.A.R. il Principe Vittorio Emanuele, ha fatto pervenire un accorato messaggio, letto al termine della celebrazione.

La cerimonia si è conclusa con un vin d’honneur nella Sacrestia Papale della Basilica in onore dei nuovi insigniti.

LEGGI ARTICOLO

LEGGI ARTICOLO

condividi

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su whatsapp