Skip to content

MERCY SHIPS SIERRA LEONE – QUARTO GIORNO : IMMERSIONE NELLA CULTURA LOCALE

La quarta giornata è stata dedicata all’immersione nella cultura locale, durante la quale abbiamo potuto constatare le condizioni in cui vivono, dove abitano, cosa fanno gli abitanti della Sierra Leone.

Le persone vivono per strada, dormono per terra, case fatiscenti, negozi inesistenti, baracche in lamiera, se sono fortunati ad avere un tetto.

La paga media giornaliera varia tra due a tre dollari al giorno.

Non c’è molto da visitare, a parte una chiesa e il mercato locale, all’interno buio e pieno di persone, con oggetti prodotti dall’artigianato locale e stoffe colorate.

Bambini piccolissimi che ci vengono incontro, ma non per chiedere l’elemosina, come accade in tanti altri Paesi africani o sudamericani.

Le persone sono gentili e rispettose: sanno cosa fa Mercy Ships per loro e hanno un atteggiamento di gratitudine e ammirazione. Sanno che, grazie a tale organizzazione, molte vite possono essere cambiate.

La sera, con alcuni volontari, abbiamo cenato in un locale sulla spiaggia, che sarebbe bellissima se fosse pulita, ma ci sono rifiuti di plastica e altro materiale ovunque.

Persone menomate per strada e tanta povertà.

Probabilmente, nessuno di noi, si rende veramente conto di quello che abbiamo.

Un signore con il terrore negli occhi ci ferma, chiedendo di fare qualcosa per la moglie: ha una bimba di qualche mese in braccio, e la signora ha l’aria di essere molto sofferente.

Purtroppo, Mercy Ships non può aiutare tutti, ma Paula, la ragazza volontaria, che si occupa del nostro soggiorno, paga loro un teke teke; la piccola famiglia rifiuta e preferisce salire su un taxi scooter. La signora nel frattempo è talmente debole che cade a terra.

Quando la moto parte, non si legge più il terrore nei loro occhi, ma la rassegnazione e il vuoto: sono rassegnati al peggio perché tutti in Sierra Leone sanno che “andare in ospedale significa morire”.

Gli sguardi di quelle persone ci ha accompagnato tutta la notte e probabilmente nessuno li dimenticherà mai.

Cosa possiamo fare noi? Sicuramente se tutti facessimo qualcosa potremmo aiutare molte persone e realtà.

DONATE ORA PER MERCY SHIPS

condividi

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su whatsapp